ARTRITE IDIOPATICA GIOVANILE,DIAGNOSI IN AUMENTO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

ARTRITE IDIOPATICA GIOVANILE,DIAGNOSI IN AUMENTO

Messaggio  enrico il Mar Mar 06, 2012 2:07 pm

- Artrite idiopatica giovanile: questa diagnosi, capace di sovvertire all’improvviso la serenità familiare, raggruppa una serie di forme reumatiche in grado, se non curate, di bloccare la crescita del bambino e di procurargli seri guai articolari, violenti dolori, gravi problemi oculari.
Anche i bambini, infatti, possono soffrire di artrite. Negli ultimi anni è aumentata l’incidenza delle malattie immunoreumatologiche in età pediatrica mentre diminuivano quelle infettive. Si tratta purtroppo di patologie croniche, da tenere sotto controllo il più delle volte per tutta la vita, nelle quali le componenti genetica e ambientale svolgono un loro ruolo.


L’incidenza è di 7-21 casi all’anno per centomila bambini; in regione sono da 45 a 136 i nuovi casi/anno attesi, da 5 a 15 in provincia di Reggio. Al Santa Maria Nuova sono attualmente 69 i bimbi in terapia. Li segue una struttura semplice della pediatria per la reumatologia pediatrica, in pratica un centro di riferimento regionale unico per la sua attività multidisciplinare con caratteristiche di continuità collaudata da tre anni.
Il 20 per cento dei piccoli pazienti che accedono all’ambulatorio di reumatologia pediatrica proviene da fuori regione poiché sono ben poche le strutture dedicate: distribuite in modo disomogeneo, operano a Milano, Genova, Padova, Firenze, Roma.


Puntando sulla presenza in arcispedale di un reparto per la reumatologia dell’adulto di riconosciuto alto livello internazionale, diretto da Carlo Salvarani, le aziende Usl e Santa Maria Nuova hanno creduto nella nuova attività propugnata da Sergio Amarri, primario di pediatria, e dallo stesso Salvarani. Una responsabilità di alta specialità in reumatologia pediatrica è stata assegnata al pediatra Alessandro De Fanti che opera nella struttura reumatologico-pediatrica assieme alla reumatologa Fulvia Rossi. All’ambulatorio condiviso collabora in modo continuativo un’altra prestigiosa struttura del Santa Maria Nuova, l’ambulatorio di malattie autoimmuni oculari di cui è responsabile l’oculista Luca Cimino.


Tra gli organi bersaglio dell’artrite idiopatica giovanile figura infatti l’occhio; la patologia oculare, anzi, può rappresentare la forma d’esordio della malattia che, se non curata, può portare alla cecità.
Sono annualmente una ventina, tra i 60-70 bambini in cura nel centro reggiano per artrite idiopatica, quelli che presentano uveiti (infiammazioni dell’occhio) autoimmuni. Quando necessari, i ricoveri dei piccoli in trattamento avvengono nella divisione pediatrica. «Il nostro lavoro – afferma De Fanti – è squisitamente multidisciplinare, coinvolgendo tre unità operative in un vero e proprio network proiettato alla cura del bambino. Anche il rapporto con le famiglie è determinante quanto delicato, strettamente legato alla sofferenza psicologica».



avatar
enrico
gran-HLAB27+
gran-HLAB27+

Messaggi : 1262
Data d'iscrizione : 07.03.11
Età : 62
Località : santa elisabetta AG

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum